Viaggi. Guida a Follonica. Cosa vedere

Follonica è un comune della provincia di Grosseto, meta perfetta per coloro i quali amano l’arte ma non disdegnano un tuffo in uno dei più suggestivi golfi del Mar Tirreno. In pieno centro cittadino, è possibile visitare gli stabilimenti, oggi non più in funzione, delle antiche fonderie Ilva. L’area è stata oggetto di un importante progetto di recupero ed è adesso sede del MAGMA, il Museo delle Arti in Ghisa della Maremma, oltre a presentare un’affascinante biblioteca e un portale per il Parco Tecnologico Archeologico delle Colline Metallifere Grossetane. Un’altra tappa fissa a Follonica, è il Palazzo Granducale.

Follonica

Guida a Follonica. Cosa fare e cosa vedere.

Questo è stato edificato nel 1845 per il Granduca Leopoldo II e attualmente è sede del Corpo Forestale dello Stato. Il palazzo contiene il suggestivo giardino abbellito da piante monumentali, splendidi affreschi e la celebre vasca da bagno in marmo bianco, commissionata da Napoleone Bonaparte in persona alla bottega del Canova per omaggiare la sorella Elisa Bonaparte, residente in Toscana.

Da non dimenticare è la Chiesa di San Leopoldo. Essa rappresenta l’unico esempio di chiesa con frontone in ghisa, a testimonianza della maestria della fonderia di Follonica; anche gli interni e le decorazioni sono dello stesso materiale. Follonica però è anche mare e relax. Infatti a massimo cinque chilometri dal centro cittadino, è possibile raggiungere meravigliose spiagge, attrezzate o libere, bagnate dal Mar Tirreno.

Ad esempio, la spiaggia Carbonifera è distante solo 5 km dal centro e deve il suo nome alla torre ottocentesca che domina la spiaggia. Sono da ricordare anche le spiagge Cala Violina e Cala Martina, un po’ più distanti da Follonica ma non meno suggestive e ambite.

Il costo delle case, come è possibile vedere nelle principali agenzie immobiliari a Follonica, tutto sommato sono abbordabili. Soprattutto se confrontati con altre località della Toscana che, non hanno nulla per bellezza da invidiare a Follonica ma che godono comunque di una maggiore fama.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail