Salute: sangue dal naso dei bambini? Cosa fare?

Nei bambini, soprattutto nei maschietti, il sangue dal naso (o anche epistassi) è un fenomeno molto comune poiché i capillari, molto sottili, tendono a rompersi più facilmente. Poi, con la crescita e il rafforzamento dei vasi sanguigni, il problema si riduce o scompare del tutto.

Bambini e sangue dal naso

Sangue dal naso dei bambini. Cosa fare e cosa non fare

Cosa fare

  • Quando il bambino perde sangue dal naso, farlo appoggiare con le manine al lavandino con il volto piegato in avanti.
  • Fargli soffiare il naso per espellere i coaguli di sangue.
  • Applicare sulla fronte una borsa del ghiaccio per far diminuire l’afflusso del sangue.
  • Quando l’afflusso diminuisce, chiudere le narici dalla sua parte molle per stimolare la cicatrizzazione dei vasi sanguigni.

Leggi anche: Vacanze Estive con i neonati? I nostri utili consigli

Cosa non fare

  • Fare sdraiare il bambino con la testa rivolta all’indietro, perchè può causare il reflusso del sangue in gola e il vomito.
  • Bloccare il flusso del sangue infilando cotone o garze nel naso, poichè quando viene estratto provoca di nuovo la rottura dei capillari.

Una delle cause dell’epistassi è la secchezza della mucosa del naso. Perciò è consigliabile di inverno mantenere la casa umida, mentre durante l’estate è necessario evitare che il bambino stia troppo tempo al sole perchè il calore aumenta la vasodilatazione e quindi l’afflusso del sangue. Per mantenere la mucosa ben umida è utile anche una crema a base di vasellina da applicare sulle pareti interne del naso.

Quando consultare il pediatra?

  • Se le perdite del sangue riguardano entrambe le narici.
  • Se il sanguinamento persiste per oltre 10-15 minuti. In questo caso il pediatra potrà prescrivere un farmaco per restringere i vasi sanguigni.
  • Se il farmaco non ha effetti è opportuno portare il bambino al pronto soccorso per accertare le cause del disturbo e intervenire in modo adeguato.
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail